- COMMENTI -
Di seguito alcuni commenti da voi espressi alcuni positivi altri meno. il Webmaster si riserva di pubblicare o meno i commenti pervenuti a propria discrezione sempre comunque nell'intento di migliorare la ricettività del Monumento

07 Luglo 2016
IIacopo Paronzini ha scritto:
stamattina,mi sono recato alla vostra Abbazia che al livello architettonico è mervigliosa,complimenti!!
Ma mi sono trovato malissimo con una Frate,che giustamente mi ha  rimproverato facendomi osservare le regole di non scattare le foto,io sono venuto solo per quello e non visto da nessuna parte su internet che
non si può fotografare, io stavo facevo una foto all'esterno (della Facciata) praticamente all'ingresso per me questo è una cosa assurda dal mio punto di vista. Capisco le foto all'interno con il flash che rovinano i bellissimi affreshi,e per questo avete ragione. Il posteggio miè sembrato, non custodito solo a pagamento e neanche asfaltato. Vi ringrazio se volete prendere visione della mia osservazione
Vi mando i miei cordiali saluti
IIacopo Paronzini
07 Febbraio 2016
Abbiamo ricevuto dai partecipanti questo commento che vi inviamo:
In occasione della festa di S. Agata, domenica 7 febbraio, abbiamo deciso di visitare la splendida Certosa di Pavia. Siamo rimasti veramente contenti della scelta che grazie alla vostra gentilezza e organizzazione si è rivelata felice anche per la bravutra della guida simpatica e spiritosa. Abbiamo apprezzato anche la saletta dei souvenir dove abbiamo fatto incetta di regalini. Grazie davvero per il bel pomeriggio.
La compagnia di Cambiago
 

06 Luglio 2015
con la mia famiglia ho visitato il complesso il 3 maggio scorso; meravigliosa la struttura tanto che siamo rimasti stupiti, non ha la pubblicità che necessita. In più siamo stati accompagnati da una signora che sostituiva, come ci ha detto, la guida di un Padre: è stata una guida senza confronti!!! preparatissima, divertente, ironica, teatrale e ci ha raccontato tanti aneddoti e curiosità che avremmo voluto che la
visita non finisse mai!! Poi molto interessante il reparto di vendita di prodotti del monastero, anche economico (non il solito reparto spennagrulli).
Non condivido  nessuno dei commenti non positivi che ho letto! vi faccio invece un sacco di pubblicità, consiglio a tutti gli amici di fare una visita alla più grande Certosa d'Europa!
Fiorella Ciattino

01 Giugno 2015
Ringrazio per aver inserito negli orari di apertura "il lunedì festivo" ed infatti come da stile tipicamente (purtroppo ) italiano oggi 1 Giugno e' ovviamente chiuso!! Arriviamo da Torino ed insieme a noi all'ingresso sono presenti decine di turisti tutti stupiti per la Vs totale disefficenza e mancanza di rispetto.
Giuliano Biasio

31 Maggio 2015
Abbiamo visitato la Certosa ieri mattina. Siamo stati soddisfatti delle spiegazioni del monaco cistercense e naturalmente ben impressionati dal luogo.
Alcune note non positive:
1) La mancanza di cartelli che indicassero l'inizio del tour e gli orari;
2) La scarsissima pulizia e manutenzione/igiene delle toilettes del parcheggio a pagamento.
Viviana Volontè

23 Aprile 2015
come promesso Le invio le impressioni del mio gruppo, 52 persone , sulla Vs. Certosa. Bellissima !!!, non c'è stato molto tempo per visitarla bene. Il Frate ha percorso velocemente i punti più importanti, comunque è piaciuto a tutti. Non so che altro dire perchè una guida normale secondo me sicuramente dedicherebbe più tempo per un'opera così bella. Spesso i gruppi prendono una guida locale per visitare come abbiamo poi fatto noi, parte della città, come succede nelle grandi città o anche per es: ad Assisi. Con il sistema auricolari non si disturbano gli altri, ma almeno vengono messi in evidenza altri particolari stupendi che il Frate non ci ha descritto. Questo è quello che penso io. Spero di ritornare per la terza volta e... Di nuovo buona serata. Ornella Maltauro - Gruppo N.O.I. JLB

3 Gennaio 2015
Abbiamo visitato la Certosa il primo pomeriggio, inutile parlare della bellezza del luogo e l'atmosfera particolare che c'era con quel sottile strato di neve che ricopriva le campagne vicine. Un volontario ci ha spiegato come funzionava la visita ,il frate che ci aspettava alla cancellata interna che ha spiegato il tutto con semplicita e cortesia ,da quel che ho capito non sono in molti a prendersi cura del luogo......gentile cortese e oltretutto ironico nell'abbinare eventi passati a momenti odierni, tutti abbiamo rispettato il luogo di culto ( tra cui il silenzio oltretutto è una regola) e di conseguenza siamo stati trattati con gentilezza ed ha risposto anche a domande che gli si facevano oltre all'interno la visita comprende i chiostri che sono splenditi fino ad arrivare alle celle dove vivevano in clausura i frati con relativa visita delle celle. La visita è gratuita alla fine chi vuole lascia qualcosa al frate, le foto internamente non si possono fare, ma dentro la chiesa prima del cancello e di fuori e nei chiostri si.
Marco Massetti

12 Giugno 2014
Ho visitato la Certosa il giorno 12 giugno 2014 con mia madre disabile in carrozzina. Non mi soffermo sulla bellezza del luogo che è fuori discussione, vorrei invece sottolineare due cose:  
1) INFORMAZIONI: dal sito della proloco e dalla voce registrata nella segreteria ci aspettavamo di essere guidati da un monaco, invece quando siamo arrivati abbiamo provato un senso di smarrimento non capendo dove andare e a chi rivolgerci. Ci è stato detto che il servizio di guida viene effettuato solo nel fine settimana e per i gruppi. Inoltre, aggirandoci da soli per il complesso abbiamo trovato assai poche informazioni. Se lo avessimo saputo prima ci saremmo organizzati comprando una guida;  
2) ACCESSIBILITA' PER I DISABILI: inesistente né all'esterno né all'interno del complesso. All'esterno manca un posto disabili vicino e per entrare è necessario aggirare una sbarra chiusa su un percorso malamente acciottolato. La scalinata d'ingresso alla Chiesa invece non è provvisto di rampa ed è pertanto necessario sollevare di peso il disabile. Il refettorio non è visitabile da un disabile.  
Grazie,   Riccardo

11 Giugno 2014
Grazie ancora per le dettagliate informazioni.
Abbiamo effettuato la visita guidata alle 15 del 2 giugno, con un frate che non era quello di origine etiope che sapeva l'inglese. Pertanto, parlando sommessamente, ho fatto io da interprete per la nostra amica americana. Il tour è stato interessante ed esauriente. Poichè la giornata era meteorologicamente perfetta, abbiamo potuto fare molte belle foto prima di entrare in chiesa. E' però un peccato che non ci sia stato concesso di fare nemmeno una foto, almeno nel chiostro. Ne sarebbe valsa la pena, specie per chi viene da così lontano. Ad ogni modo, abbiamo poi acquistato documentazione nello shop.
Renato Zanetti

1 Giugno 2014
dopo la visita trasmetto le mie impressioni , le sue informazioni comunque mi hanno aiutato molto.
- Il monumento è eccezionale.
- I Monaci o hanno grossi problemi o fanno di tutto per mantenere il loro dorato isolamento
- Ho saputo che tutti ( altri visitatori , operatori dei dintorni , guide ) si lamentano del " comportamento " dei Padri.
- La visita guidata è stata " molto scarna " e poco accogliente dal punto di vista turistico
- Circola la voce che tutto questo può derivare da profondi motivi di interesse che investono la gestione e la manutenzione della Certosa.
Visitatore Anonimo

4 Maggio 2014
Con piacere vi informo di aver visitato la Certosa il giorno 30 aprile scorso. Nonostante la pioggia inclemente, la visita è stata estremamente interessante, molto più di quanto avevo pensato. Buono anche il ristorante da voi consigliato.
Grazie ancora per le vostre indicazioni, puntuali e preziose.
Stelio Vianello

4 Maggio 2014
Ieri mi sono recata a vedere la Certosa di Pavia con i miei figli e altre famiglie di amici. Mi dispiace ma sono rimasta molto delusa dalla pessima ricettività per il turismo.
Siamo arrivati alle 11.30 di una bellissima domenica primaverile. C’erano anche altri turisti. Non solo sul posto non c’erano brochure (audio guide sono del futuro) che illustrassero ciò che stavamo vedendo ma era impedito l’accesso alla chiesa, al chiostro e ogni altro fino alle 14.30 a causa penso della funzione e poi non so per quale altro motivo visto. I turisti sono anche disposti a pagare se in cambio hanno dei servizi. E poi ci domandiamo perché si vada all’estero. Grazie Roberta Moretti

28 Aprile 2014
Ho visitato il monumento e riscontro la vostra mail come richiesto.  Il sito è di grandissimo livello, ma potrebbe essere reso ancora più fruibile. Sarebbe necessario all' interno della chiesa aumentare l'illuminazione sui dipinti che il buio non valorizza per nulla ed è come se non ci fossero. Inoltre sarebbe necessario affiggere cartelli segnaletici sugli orari delle visite. Inoltre mi sia consentito: sarebbe meglio rendere sin dall'inizio le visite guidate a pagamento ( invece che fare l'offerta finale) al fine di diminuire la numerosità dei gruppi ma di renderli composti solo da gente realmente interessata. Cordialmente.
Massimo Favuzza

19 Ottobre 2013
Sabato scorso, 19 ottobre, ho partecipato, ormai per me la terza,  alla visita della Certosa di Pavia organizzata dall'Associazione Rivalta Viva di Rivalta di Torino, insieme ad altri quarantacinque soci all'incirca. Dopo aver preso atto dei comportamenti da tenere durante la visita, esposti all'ingresso del giardino antistante la Certosa, siamo entrati. Eravamo in ordine un poco sparso e  scambiavamo educatamente le prime emozioni alla vista di tanta bellezza estetica offerta dalla facciata. Non eravamo ancora tutti presenti quando siamo stati aggrediti verbalmente da un monaco che, con estrema maleducazione di toni, ci ha intimato perentoriamente il silenzio. Siamo rimasti sbigottiti da tale intervento: infatti, poiché non siamo delinquenti e sempre che fossimo in difetto, sarebbero occorsi ben altri toni per rivolgersi ai visitatori. All'interno della Chiesa siamo entrati in contatto con un altro monaco che doveva fungere da guida nel percorso di visita. Questi, di fronte al celebre cenotafio marmoreo, dopo aver ricordato i divieti categorici di scattare fotografie, di parlare, di  tardare negli spostamenti e non rimanere compatti, ha iniziato con tono cantilenante e affatto didattico a esporre quanto in suo possesso culturale. In effetti a tratti pareva quasi infastidito di dover spiegare a comuni mortali le proprie verità. Dopo ogni spostamento insisteva pesantemente sul mantenere il più assoluto silenzio. (...) Dopo questi comportamenti assolutamente intolleranti e intollerabili, in attesa che i visitatori, in numero molto elevato avendo unito più gruppi, guadagnassero la posizione per la prossima stazione di visita, si è fatto sfuggire “Sembrano il Piave!” sempre in relazione al mormorio che si poteva sentire in luogo del silenzio esasperato a cui continuava far riferimento.(...) Poiché il clima instaurato da questi monaci  era di grande disagio, anch'io, essendo libero cittadino e non dovendo servilismo alcuno, mi sono rivolto uscendo, senza dubbio con toni seccati e scostanti, al monaco sottolineando il poco buon gusto del riferimento al “mormorio del Piave”, aggiungendo che mio padre, è la pura verità, aveva combattuto nella Prima Guerra Mondiale. (...) Questi toni autoritari e non autorevoli uniti alla insufficiente didattica espositiva ed alla meleducazione hanno generato notevole fastidio di cui si è ancora discusso durante il viaggio di ritorno poiché sul mezzo di viaggio è concesso parlare. (...) Mi auguro che le pesanti ma sincere osservazioni su esposte indirizzino verso l'instaurazione di un clima accogliente, magari con l'aiuto di Monsignor della Casa. (...) Può essere che gli altri Monaci siano persone stupende, allora siamo stati sfortunati.
Luigi Ferrero

12 Ottobre 2013
Buongiorno,scrivo in merito alla visita effettuata alla Certosa di Pavia, sabato 12 in mattinata.scontato dire quanto sia affascinante il monastero, abbiamo seguito un monaco che ha spiegato in modo chiaro e sufficientemente approfondito le caratteristiche della struttura.
Se proprio devo trovare un’imperfezione, direi il numero del gruppo molto ampio non consentiva di sentire benissimo la spiegazione se si rimaneva in fondo; inoltre la possibilità di fare un’offerta al termine del giro non è chiarissima ....forse dovrebbero essere più espliciti o lasciare una cassetta con un cartello. Bella anche la mostra di Monet.
Grazie e arrivederci.
Roberta

7 Agosto 2013
In data odierna ho visitato la Certosa di Pavia. Non posso che  esprimere soddisfazione sia per l'accoglienza riservataci dai Monaci  sia per la bellezza artistica del monumento. Confermo quanto già  evidenziato da altri : si entra in gruppi  con visita guidata ,quando possibile numericamente ,altrimenti l'ingresso è autonomo ma sempre solo e comunque negli orari stabiliti.Il rispetto delle regole è fondamentale per gli ordini monastici e non si transige.Una offertà è ben accettata ed io aggiungo anche necessaria ,per ovvi motivi.Vi è anche la possibilità di acquistare articoli interessanti prodotti dai monaci. All'esterno della Certosa si respira ben altra aria.Inutile la ricerca di posti di ristoro di una qualche piacevolezza e pulizia.Vi erano in passato ma sono stati  chiusi e comunque ciò non è di competenza dei religiosi.

G.Aliprandi

25 Aprile 2013
Il 25 aprile scorso ho effettuato la visita alla Certosa con un gruppo , guidati da un monaco che è stato molto chiaro,esauriente e preparato. L'unica nota meno positiva riguarda il numero di persone, almeno 70, che formavano il gruppone.Grazie per le informazioni ricevute preventivamente.
Ilde Saccani

14 Novembre 2012
Come richiestoci, le invio un nostro commento circa la visita effettuata alla Certosa di Pavia 
il 10 novembre scorso intorno alle ore 15.30.
La Certosa è un'opera d'arte meravigliosa che però non è stata assolutamente valorizzata come avrebbe meritato nel corso della visita guidata effettuata da un monaco: prima di tutto sono stati accorpati tre gruppi, per cui eravamo circa 50 persone (solo il nostro gruppo ne contava 20). Poi il monaco incaricato ha illustrato, peraltro in modo piuttosto sbrigativo, per lo più gli  aspetti storici legati alla Certosa, dicendo poco o niente degli aspetti artistici, e pressoché nulla di quel capolavoro che è la facciata, poiché in quel momento pioveva e  "non era il caso di uscire". Terminata infine la visita, il monaco si è messo all'uscita con la mano tesa per prendere le offerte. Non c'era un altro modo di raccoglierle? Andati poi a comperare qualche volume o prodotto dei monaci (sempre insieme alle  persone degli altri gruppi), siamo stati sollecitati ad uscire poiché era "ora di chiudere". Signor Fabio, nel corso degli anni con i nostri Soci abbiamo visitato varie Certose e Abbazie, ma le assicuro che una visita così non l'abbiamo mai effettuata! Perché i monaci non permettono ai gruppi (di non più di 25/30 persone alla volta) di visitare la Certosa con guide esterne ben preparate, come accade altrove? E perché non mettono un regolare biglietto d'ingresso? Ci tengo a precisare che queste considerazioni non sono solo mie ma di tutti i nostri Soci che hanno partecipato alla visita. 
Ringraziandola dell'attenzione, la saluto molto cordialmente.
Margherita De Gregoriis

31 OTTOBRE 2012 Dr.Christophe Allavena
Ne parlant pas italien je vous écris en Français, mais je dois impérativement vous faire part de mon mécontentement lors de ma visite en juillet 2012. La signalétique à l'entrée de la basilique n'est pas parfaite et je n'ai pas vu que les photos n'étaient pas autorisées d'autant que tout le monde prenait des clichés. Mon appareil étant le plus volumineux, votre bedeau à son arrivée m'a agressé verbalement en hurlant en italien que je ne comprends pas. J'ai essayé très aimablement d'avoir des explications en Français puis en Anglais ce qui l'a encore plus énervé et m'a menacé d'appeler les carabiniers. Manifestement cet homme n'aime pas les étrangers. Cet individu n'a pas sa place dans un lieu de recueillement, pas sa place dans un lieu chrétien et c'est l'italien le plus désagréable que j'ai jamais rencontré.Pourriez-vous lui signaler que sa conduite est indigne et qu'elle a profondément choqué le chrétien que je suis, même avec un appareil photo et de bonne foi.Il est bien évident que je lui pardonne, mais cela fait mauvais effet auprès des non croyants.
Votre dévoué,

Dr Christophe Allavena
Nantes France

23 SETTEMBRE 2009 Andrea Voltao

La  nostra gita del 6.09 si è svolta nel migliore dei modi,tempo splendido, in caso di pedalata è essenziale! La ciclabile del Naviglio Pavese è molto gradevole e tranquilla. La Certosa con i suoi spazi interni ed esterni di grande effetto, le tante e meravigliose (quanto inaspettate) opere d'arte e l'oratoria del monaco che ci ha accompagnati nella visita, ha regalato davvero un'esperienza meritevole.Un paio di noi ha seguito la messa prima della chiusura di pranzo. Come "souvenir", ho acquistato due tavolette a testa di cioccolato della Certosa: una al latte, una fondente! poi ci siamo diretti alla volta di Pavia dove ci aspettava un caratteristico ristorante a Borgo Ticino.Dopo un breve giro pomeridiano x la città, siamo tornati sui nostri passi, x giungere a Milano già con il buio (ce la siamo presa comoda :)  eravamo una dozzina, e siamo rimasti tutti molto soddisfatti della giornata trascorsa.. .

 

5 NOVEMBRE 2008 Marina Ratto

La visita è stata effettuata mercoledì 5 novembre con un gruppo di 34 anziani.   Ci ha accolto un frate di nazionalità straniera, forse eritreo,  che molto velocemente ci ha fatto visitare la chiesa,peraltro molto buia tanto da non vedere neppure i gradini per accedere all'altare.  La visita è durata non più di trenta minuti anche se non c'erano altre persone in visita. Le spiegazioni erano brevi, sempre a voce molto bassa nonostante gli fosse stato chiesto di parlare più forte e più lentamente.   Solo all'esterno, visitando una delle celle, si è finalmente sentito bene, ma la visita era già finita.   Il percorso prevedeva infine il passaggio nel negozio dei frati senza poter ritornare in chiesa se non rifacendo tutto il giro.   Spero che tali osservazioni possano servire per migliorare la visita al monastero.  Grazie e buon lavoro.  Marina Ratto.

 

9 Gennaio 2008 Giorgio Brusa di Vaprio
Giorgio ci invia una foto del modello della Certosa eseguito a traforo. Bellissima opera e ci informa che è in vendita, chi fosse interessato può chiedere e lo metteremo in contatto


 

1 Ottobre 2007 Alison Metcalfe
I just wanted to tell you how much I enjoyed my trip, despite language problems getting my bus ticket! I was very fortunate that I could join a group taken round by a charming and funny English-speaking monk – a bonus, as I had not expected it. The Certosa is truly magnificent, and I am fortunate to have been able to visit it.
 

23 Ottobre 2007 Giuseppe Ghigliazza
Giovedì scorso 20 sett. il gruppo proveniente da Varazze (SV) composto da 50 persone ha visitato il complesso della Certosa restando estasiati dai capolavori ivi racchiusi. Unico neo: il modo un po' sbrigativo di guidare la visita.
 

23 Settembre 2007 Rinaldo Lupi
Un gruppo di anziani della Parrocchia "S. Luigi Gonzaga" di Mantova ha visitato lo stupendo Monumento della Certosa. Siamo stati tutti incantati ed entusiasti. Ci è leggermente spiaciuto per l'impalcatura esterna, ma consci che è per la bellezza futura della facciata.  Grazie ancora e complimenti per la guida del monaco.
 

22 Settembre 2007 Angelo Bossi
Nonostante la bellezza di questo Monastero, e l’importanza che riveste nel panorama dell’arte nazionale e internazionale, devo mio malgrado rilevare le che autorità che sovrintendono allo sviluppo culturale e turistico dello stesso, a vari livelli, fanno ben poco per la sua promozione. Il degrado adiacente il Monastero è notevole e per il turista che arriva con il treno alla vicina stazione ferroviaria di Certosa di Pavia si presenta l’ardua impresa di percorrere un miglio a piedi per giungere sul piazzale, percorrendo un tratto della S.P.10, notevolmente trafficata e priva di marciapiedi o piste ciclabili.
Promuovere cultura e turismo è tutta un’altra faccenda.
 

13 Maggio 2007 Pierangela Barbero
 Io e alcuni amici abbiamo effettuato la visita alla certosa e siamo rimasti affascinati dalla sua maestà e soddisfatti dall’organizzazione.
 

25 Settembre 2006 Assuntina di Rienzo
 
Ho visitato ieri la Certosa di Pavia e devo dire che è veramente incantevole, il monaco cistercense che ci ha fatto da guida era molto simpatico e ci ha fornito tante informazioni interessanti  proposito mi ha colpito piacevolmente che la visita è gratuita e che spontaneamente ogni visitatore può dare il proprio contributo (cosa che in altri posti non accade: Verona, Ravenna e tante altre realtà)
 

7 Aprile 2006 Greppi Paola
desidero comunicarle che ieri le nostre classi si sono recate in visita alla Certosa di Pavia. Naturalmente il luogo è molto interessante, purtroppo però non abbiamo potuto apprezzare la visita perchè il gruppo era composto da circa 150 persone con un solo monaco come guida. Le lascio immaginare quanto sia stato capito.
 

7 Ottobre 2005 Emiliano Cortinovs
Puntuali siamo arrivati alle 9:30 alla Certosa, e subito siamo entrati accompagnati da un Padre ed abbiamo effettuato tutta la visita assieme ad un altro gruppo.  Eravamo  quindi più di cento persone, ma tutto si è svolto per il meglio.  Le persone del mio gruppo sono rimaste soddisfatte, e questo è quello che io desideravo.
 

5 giugno 2005 Nesta Angelo
Bellissimo ed imponente il Monumento, troppo frettolosa  e superficiale la visita guidata. Ottima ed esauriente la visita al museo , visita che dovrebbe a mio giudizio essere effettuata prima della visita alla Certosa.
 

28 Marzo 2005
 sono stata ieri in visita per la prima volta alla Certosa e  mi permetto esprimere un poco di delusione per come la stessa mi e' parsa bisognosa di restauri e di un minimo di apporto tecnologico a favore dei turisti. Penso che  lasciando la visita libera, con la vendita di qualche opuscolo, magari a gruppi limitati, nonche' l'installazione di qualche luce soffusa non altererebbe in alcun modo il Monastero e neppure ne limiterebbe la spiritualità. Invece di dover pagare ben euro 2,58 di posteggio avrei preferito un ingresso a pagamento,cosi che gli incassi possano servire al restauro e ad alcune migliorie.